Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2007

Toro scatenato

Non è vero, ma stavolta tocca crederci. Il mio oroscopo per il 2008 promette fuoco e fiamme. In tutti gli ambiti. Speriamo, di solito gli anni pari sono quelli più fortunati. Almeno per me. Auguri a tutti!

Annunci

Read Full Post »

L’iPod in classe

L’iPod fa bene alla pagella. Almeno così dicono in Australia.

Read Full Post »

Guarda quello hello

A me questo spot di auguri del gruppo Fiat piace. E pure tanto.

Read Full Post »

Knut firma un contratto per Holliwood. Poi dice che fare l’orso non conviene.

Read Full Post »

Un Natale un po’ così

Un mio racconto dalle parti di Antonio Sofi.

Read Full Post »

Gormi… che?

Non voglio fare paragoni con i cartoni animati di quando ero bambino: per carità, sono passati troppi anni. Ma la scoperta dei Gormiti, i personaggi più in voga oggi tra i ragazzini, è stata davvero inquietante. Ieri ero a casa di amici per la classica partitina natalizia a carte e il figlioletto di tre anni era letteralmente rapito da un episodio di questa saga che mette insieme Goldrake e Mazinga Zeta, Il signore degli anelli e Braveheart. Con un linguaggio non proprio immediato per ragazzi così piccoli. La cosa più brutta, però, sono i disegni: tutto in 3D, effetti da videogioco, voci filtrate con sintetizzatori. Sembra di essere catapultati nella Playstation. Senza nemmeno la possibilità di far muovere quei mostri. Leggo che è una produzione tutta italiana e che – a quanto pare – i genitori sono più entusiasti dei figli nell’alimentare il mito degli abitanti dell’isola di Gorm. Sarà, ma dopo aver visto dieci minuti di combattimenti a suon di armi dal nome impronunciabile, sono corso a casa per disintossicarmi. E per fortuna ai Bellissimi di Rete 4 c’era uno dei miei film preferiti: Nostra signora della santa accelerazione non ci abbandonare ora!

Read Full Post »

Metto qui l’editoriale di Antonio Cipriani (direttore di E Polis) sulla libertà d’informazione. E’ la sintesi di un cammino durato (almeno per me) due anni. E che, spero, getti le basi per un’ulteriore crescita professionale. Nel solco della curiosità e della libertà d’espressione.

La testa pensa dove poggiano i piedi. Questa sintesi di pensiero la dobbiamo a Frei Betto, scrittore e frate domenicano brasiliano, autore di un testo imperdibile: “Dieci consigli per i militanti di sinistra”. Vorrei partire da questa frase per parlare un po’ della libertà di informazione, del senso critico e autocritico di cui necessita. Frei Betto segnalava la differenza tra militante e militonto, per tratteggiare la persona di sinistra acriticamente attratta da luoghi comuni e mode, con un bulimico bisogno di partecipare a tutto, senza tradurre in azione politica quasi niente. Molta immagine, poca sostanza. Capace anche del pensiero globale, molto meno del fare locale: quell’insieme di attività politiche e partecipative che hanno reso unica la nostra democrazia, con cittadini impegnati nei quartieri, nei caseggiati, in un volontariato costante con la finalità del bene comune realizzabile. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »