Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 10 settembre 2008

Esistono attimi che vorresti fermare. Giusto per avere più tempo. E capire qual è la cosa giusta da dire. Clic, un dito sul tasto “pause” e tutto diventa immobile. Le parole prendono un ordine, il pensiero fluisce leggero come un’onda del mare in una giornata con poco vento. Sono gli attimi in cui prendi coscienza che qualcosa è cambiato. E – d’istinto – vorresti che non fosse così. Invece quel maledetto tasto non lo trovi, non c’è. Nella mente rimbomba l’affanno e ti senti come Dorando Pietri alle Olimpiadi del 1908. Allora fissi gli occhi di chi ti sta di fronte. Sono limpidi, come l’alba di un giorno di settembre. Sorridi. Dai l’ultima boccata alla sigaretta. E tiri fuori qualche sciocchezza, una qualsiasi. Per affermare la distanza. Tra te e quell’attimo appena passato. Senza che tu sia riuscito a fermarlo.

Read Full Post »