Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 16 gennaio 2008

(Ri)Ascoltare i vecchi dischi di Pino Daniele è come sfogliare un vecchio album fotografico. Luoghi, colori, vestiti, volti che il tempo ha rosicchiato. Lasciandone una traccia leggera. Ma ricca di emozioni. In questi giorni si fa un gran parlare della reunion del gruppo storico del cantautore napoletano (Tullio De Piscopo, James Senese, Tony Esposito, Rino Zurzolo e Joe Amoruso). Oggi ne ha scritto la Repubblica (pagine locali, non è on line), ma anche altri quotidiani e siti internet se ne sono occupati. Pino e il “super gruppo” in una sala d’incisione romana a cercare di ricostruire l’alchimia di 20-25 anni fa. Possibile? A leggere le dichiarazioni dei protagonisti sì. La cosa però puzza di operazione studiata a tavolino. Per risollevare le sorti di artisti che, pur nella loro immensa bravura, negli ultimi tempi vivono nella penombra del mercato musicale italiano. Certo, nulla di male. Altre volte i risultati sono stati buoni. Anche in termini qualitativi. Io qualche dubbio ce l’ho (mi infastidisce soprattutto l’effetto “nostalgia” per grandi esperienze del passato riproposte in contesti notevolmente mutati). Ma spero che si dissolva al primo ascolto di quello che dovrebbe essere un triplo cd di “vecchie canzoni con un vestito nuovo”(per dirla alla Fossati). E se proprio queste versioni con i capelli bianchi dovessero deludermi, posso sempre mettere su Sciò e mostrare un paio di corna al ritmo di Mo’ basta.
P.s. Per gli appassionati ho scovato su YouTube questa versione unplugged e in bianco e nero di Alleria. Da brividi.

Read Full Post »